Risotto con Asparagi Verdi e Gamberoni sfumati al Brandy

Risotto con Asparagi Verdi e Gamberoni sfumati al BrandyGli asparagi sono ricchi di nutrienti benefici quali fibre vegetali, acido folico e vitamine (in particolare le vitamine A, C ed E); inoltre, contengono sali minerali e favoriscono la depurazione dell’organismo, eliminando sostanze dannose, componenti cancerogeni e radicali liberi; infine, favoriscono la produzione di insulina e diminuiscono i livelli di glucosio nel sangue, e sono utili per la prevenzione del diabete di tipo 2. Hanno proprietà diuretiche e antiossidanti; sono poveri di grassi, privi di colesterolo e ricchi di acqua.
In questo risotto ho aggiunto gamberoni sfumati al brandy.
Rinvio alla sezione “Cerca” per trovare altri risotti con gli asparagi e altri risotti con i gamberi.
Questi sono gli ingredienti per due persone:

  • 200 grammi di riso carnaroli
  • 200 grammi di asparagi verdi
  • 4/5 gamberoni a porzione
  • mezza cipolla piccola
  • 20 grammi di burro o olio extravergine di oliva a piacere
  • brodo vegetale (due carote, un gambo di sedano, una cipolla)
  • sale e pepe q.b

Come al solito, per prima cosa prepariamo il brodo vegetale con carote, sedano e cipolla (per dare più sapore al brodo potremmo aggiungere anche un pomodoro spellato, una patata, una zucchina e altre verdure di stagione; l’importante è che siano tutte verdure fresche, comprate dal fruttivendolo di fiducia e ben lavate): sminuzziamo gli ingredienti, versiamoli in una pentola, aggiungiamo un pizzico di sale e copriamo con acqua, lasciando sul fuoco per almeno un’oretta; una volta pronto, filtriamo le verdure con un colino e teniamo da parte solo il brodo, che utilizzeremo nella cottura del risotto. Potrebbe bastare anche meno di un’ora; ovviamente, più tempo rimane in “infusione” la verdura, più gustoso e saporito sarà il brodo vegetale.
ingredienti brodo vegetalepreparazione brodo vegetale

Mentre il brodo vegetale è sul fuoco, laviamo bene gli asparagi in acqua fredda e corrente, tagliamo la parte del gambo più dura, cioè gli ultimi centimetri alla fine, ed eliminiamo eventuali impurità e filamenti.
Successivamente, mettiamo a bagno gli asparagi su un pentolino a fuoco basso per alcuni minuti, per sbollentarli in modo che la lavorazione sia più semplice, lasciando le punte fuori dall’acqua, dato che sono più morbide e delicate.
cottura asparagipreparazione asparagi
Una volta tolti dal fuoco e scolati, tagliamo i gambi degli asparagi a rondelle di mezzo centimetro circa, o comunque a vostro piacimento, lasciando integre le punte. Lasciamo tutto in un piatto o in una pirofila per qualche minuto ancora.
asparagi pronti

Per preparare i gamberoni bisogna innanzitutto lavarli bene in acqua corrente; in seguito, tagliamo via teste, zampe e i carapaci esterni; infine, bisogna eliminare il “budellino“, ovvero quel filetto di colore scuro che percorre la lunghezza del gambero: possiamo servirci di uno stuzzicadenti oppure fare un’incisione sul dorso ed estrarlo.
Successivamente, tagliamoli a pezzettini e lasciamoli marinare in un piatto con un filo d’olio, un goccio di limone, sale e pepe. Ad un paio di gamberi ho lasciato la coda attaccata e non li ho tagliati, al fine di guarnire il piatto finale.

In alternativa al brodo vegetale, avremmo potuto utilizzare un buon fumetto di pesce, preparato con gli scarti dei gamberoni (teste, code, carapace); oltre agli scarti, ho aggiunto uno spicchio di limone, uno spicchio di cipolla e mezzo gambo di sedano, qualche ciuffo di prezzemolo, un pizzico di sale, peperoncino fresco, un goccio di vino bianco, un filo di olio di oliva e ho coperto tutto con acqua, portando ad ebollizione per alcuni minuti. Alla fine, ho filtrato il succo ed eliminato il resto.
fumetto di pescefumetto di pesce

In una padella antiaderente prepariamo il soffritto di cipolla: di solito lascio macerare la cipolla tritata per qualche minuto all’interno della padella con dell’olio extravergine di oliva, un pizzico di pepe, e una puntina di peperoncino fresco. Ingredienti pronti..accendiamo il fuoco! Dopo un paio di minuti, quando la cipolla è ben dorata, uniamo il riso, lasciandolo tostare per trenta secondi, mescolando delicatamente. Possiamo sfumare con un goccio di vino bianco (io preferisco utilizzare lo stesso vino, buono, con il quale servo poi il piatto in tavola; in questo caso ho scelto un vino bianco fermo).

soffritto di cipollatostatura del riso
Aggiungiamo un mestolo di brodo e lasciamolo assorbire, sempre mescolando il riso. Dopodiché, uniamo gli asparagi tagliati a rondelle.
aggiunta asparagi al risorisotto con asparagi verdi
Continuiamo a mescolare il risotto, versando il brodo vegetale un po’ alla volta man mano che si consuma e il riso lo assorbe, ripetendo l’operazione fino alla cottura definitiva.

A metà cottura, dopo sette otto minuti, aggiungiamo le punte degli asparagi, e assaggiamo per sentire il gusto e il sale, così possiamo eventualmente aggiungerne. In genere assaggio anche un paio di minuti prima che sia pronto, in modo da sapermi regolare anche per quanto riguarda la mantecatura finale.
A cottura quasi ultimata, aggiungiamo i gamberoni tagliati a pezzettini.
Nel frattempo, in una padella antiaderente cuciniamo un paio di gamberoni, sfumando con il brandy (o eventualmente con vino bianco oppure con succo di limone) che serviranno per guarnire il piatto.
Quando il riso è pronto, possiamo spegnere il fuoco e mantecare con il burro e una spolverata di pepe macinato fresco, mescolando per bene il risotto.
Possiamo ora versare su una pirofila e servire subito a tavola.
Per rendere più bello il risotto, sopra o comunque all’interno di ogni piatto a me piace aggiungere un paio di punte di asparagi e i gamberoni sfumati al brandy..
..e anche questo sarà RISOTTIMO!!!
IMG_20170328_194918

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *