Risotto con Radicchio e Gamberi

risotto con gamberi e radicchio
Vi presento un’altra variante del risotto al radicchio rosso di Treviso: questa volta ho abbinato i gamberi, per dare un tocco di prelibatezza in più. Un risotto che vi lascerà senza parole: gustoso, cremoso, perfetto. Rinvio anche al risotto con radicchio e salsiccia, per una variante altrettanto gustosa e saporita, e al risotto con radicchio e pancetta e alla sezione “Cerca” per gli altri risotti con il radicchio rosso di Treviso.
radicchio di Trevisoradicchio di Treviso
Ingredienti per due persone:

  • 200 grammi di riso, per due buone porzioni (carnaroli o vialone nano)
  • 2/3 gambi di Radicchio Rosso di Treviso
  • 500 grammi di gamberi (circa 4/5 gamberi a porzione)
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • mezza cipolla piccola
  • 20 grammi di burro o olio extravergine di oliva a piacere
  • brodo vegetale (o se preferite brodo di pesce)
  • sale e pepe q.b

Cominciamo i preparativi per il nostro risotto partendo dal brodo vegetale, tagliando a pezzettini carote, sedano e cipolla (o altre verdure fresche di stagione); versiamo tutto in una pentola e coprire con acqua, lasciando sul fuoco per un’oretta. Una volta pronto, filtriamo le verdure con un colino e teniamo solo il brodo, che utilizzeremo nella cottura del risotto. Di solito, preferisco abbondare nella quantità, e se alla fine del risotto mi è avanzato del brodo lo utilizzo per la volta successiva, o mi preparo una minestra.
ingredienti brodo vegetalecottura brodo vegetale
In alternativa possiamo preparare il brodo con un dado già pronto: basta mettere in un pentolino con acqua mezzo dado (per due persone) e accendere il fuoco: niente di più semplice! Inoltre, in questo caso non serve utilizzare il sale nella cottura del risotto, perchè il dado è già salato.
Nel frattempo, dopo aver lavato bene in acqua corrente il radicchio, tagliamo le foglie a pezzettini e lasciamole da parte.
radicchio di Treviso
Prepariamo i gamberi: bisogna innanzitutto lavarli bene in acqua corrente; in seguito, tagliare teste, zampe e i carapaci esterni; infine, eliminare il “budellino“, ovvero quel filetto di colore scuro che percorre la lunghezza del gambero: possiamo servirci di uno stuzzicadenti oppure fare un’incisione sul dorso ed estrarlo.
Successivamente, tagliamoli a pezzettini e lasciamoli marinare in un piatto con un filo d’olio, e se gradite anche con un goccio di limone, sale e pepe. Ad un paio di gamberi ho lasciato la coda attaccata e non li ho tagliati, al fine di guarnire il piatto finale.
In una padella antiaderente prepariamo il soffritto di cipolla (se volete, aggiungendo anche del sedano) e successivamente, quando la cipolla è ben dorata, aggiungiamo il radicchio, sfumando con del vino.
soffritto di cipollacottura del radicchio insieme al soffritto di cipolla e alla pancetta
Dopo un paio di minuti, aggiungiamo il riso e lasciamolo tostare insieme un paio di minuti; aggiungiamo poi, di tanto in tanto, un mestolo di brodo, man mano che viene assorbito dal riso. A metà cottura aggiungiamo anche i gamberi.
cottura del risotto con radicchiocottura del risotto con radicchio e gamberi
Dopo un paio di minuti preferisco assaggiare, soprattutto per sentire il gusto e il sale. In genere assaggio anche un paio di minuti prima che sia pronto, in modo da sapermi regolare anche per quanto riguarda la mantecatura finale.
Quando il riso è pronto, possiamo spegnere il fuoco e mantecare con il burro, mescolando per bene il risotto.
mantecatura del risotto con gamberi e radicchio
Serviamo in ogni piatto accompagnando con un gambero intero, qualche foglia di radicchio cruda ed eventualmente una leggera spolverata di pepe.
..e anche questo è RISOTTIMO!

risotto con gamberi e radicchio

L’autentico Radicchio Rosso di Treviso viene coltivato fra le province di Treviso, Padova e Venezia; viene ottenuto secondo la tradizionale tecnica di forzatura ed imbianchimento durante la quale i mazzi, dopo la raccolta, vengono posti in vasche riempite con acqua corrente di risorgiva. Una volta pronto, si presenta nella tipica forma lanceolata, con germogli regolari e compatti che tendono a chiudersi all’apice. Le foglie hanno un colore rosso intenso, con una nervatura principale bianca, e sono croccanti. Il suo sapore è unico e il suo gusto leggermente amarognolo lo rendono inconfondibile.
Il risotto con il radicchio è un piatto tipicamente invernale, dato che la raccolta avviene da inizio novembre. Il radicchio tardivo è ricco di sali minerali e di vitamine A e C; favorisce la diuresi e facilita la digestione.

IMG_9662
Ciao a tutti,
sono Andrea e ho deciso di creare questo sito internet per dare voce alla mia passione per la cucina, in particolar modo per i risotti e i piatti di riso.
Il riso è un ingrediente semplice, alla base dell’alimentazione da millenni, e se viene accompagnato nel modo giusto e preparato con semplici accorgimenti può diventare un piatto unico e delizioso. Continua a Leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *